June 1, 2007

Umarells

5 giugno 2007

Sono tra noi, presenze vigili e discrete. Si aggirano per la città fin dalle prime ore del mattino: li trovi prestissimo in coda davanti agli uffici postali, in attesa che aprano gli sportelli della Asl, impazienti di effettuare il prelievo per le analisi del sangue. Sono quelli con il numeretto uno e due.
Camminano lentamente, con le mani dietro la schiena, i ricordi e i pensieri persi chissà dove. Li trovi fermi ad osservare gli operai al lavoro, oppure appoggiati in piccoli gruppi intorno a una panchina o da soli a spasso tra i banchi del mercato. Comprano il pane, la frutta, il latte per il giorno dopo, passeggiano, stazionano davanti ai negozi, accanto all’edicola o seduti nei bar, aspettando che scenda la sera.
“Umarell” è una parola che deriva dal dialetto bolognese e significa omarino, ometto. Essere umarell significa essere anziani, generalmente pensionati, e non avere nulla da fare per tutto il giorno. Creature di strada, facilmente avvicinabili e fotografabili, che Danilo “Maso” Masotti ha così potuto efficacemente ritrarre in questo libro.

http://umarells.splinder.com/

http://www.umarellsblog.it/

http://www.tuttiscrittori.it/media/2nd-4.htm

http://bologna.repubblica.it/notizie-dal-web/dettaglio/UMARELLS

http://www.secondlifeit.com/2007/05/umarells

http://www.newhyronja.it/maso/umarells.htm